Castel San Pietro terme

CAMPER CLUB LA GRANDA ITALIA    
La Sezione "Emilia Romagna"  organizza a CASTEL SAN PIETRO TERME (BO) con la preziosa collaborazione del Comune
di Castel San Pietro Terme e della Pro Loco un raduno camper dall’8 al 10 di settembre dal titolo

SETTEMBRE CASTELLANO 2017



Al centro della festa:  
1 - la Sagra della Braciola, che ha per “protagonista” un’eccellenza gastronomica di queste parti: il castrato di pecora
2 - La 64° gara “CARRERA” autopodistica – macchinine a spinta

Città e territorio
800 anni di storia
Castel San Pietro Terme è un comune di 20.800 abitanti, situato lungo la storica via Emilia (la cui costruzione si deve agli antichi romani), a circa 20 chilometri ad est di Bologna; il capoluogo è lambito dal torrente Sillaro, che incomincia da qui il suo percorso in pianura e determina il confine tra Emilia e Romagna.
Essendo ai piedi dell'appennino tosco-emiliano, il territorio del comune si presenta misto: in parte è pianeggiante, dove l'occhio può perdersi nello scrutare i campi coltivati; in parte è collinare e caratterizzato da vaste e ricche aree boschive, calanchi e valli che costituiscono un panorama unico e molto apprezzato
da ciclisti e motociclisti con le sue strade tortuose e suggestive.
Anche se numerose scoperte archeologiche ci hanno reso le testimonianze di antichissimi insediamenti villanoviani e romani, la vera "vita" per Castel San Pietro Terme ebbe inizio ottocento anni fa, nel 1199, in seguito alla battaglia di Legnano.
Bologna, infatti, per difendere la propria pace ed autonomia, ordinò che in diversi punti del territorio fossero costruiti castelli fortificati. Fra questi, particolarmente importante, sia per la posizione geografica, che per gli eventi storici che la videro protagonista, fu appunto Castel San Pietro Terme.
Sul Cassero si può ancora leggere che il podestà di Bologna "comandò che questo castello si facesse nel contado di Bologna per tenervi pace". Ma la pace era destinata a rimanere solo una speranza per i castellani.
Le guerre, le occupazioni, le distruzioni, caratterizzano fin dai primi anni della sua fondazione Castel San Pietro Terme, che ebbe un periodo di tranquillità solo nel XIV secolo, quando fu per due volte, nel 1306 e 1338, sede dell'Università, poichè Bologna era stata interdetta da una scomunica papale.
Nel 1410 Castel San Pietro Terme fu scelta come rifugio per sfuggire alla peste che infieriva a Bologna, dall'antipapa Giovanni XXIII.
Quattro anni più tardi, Braccio da Montone occupò e devastò la cittadina. Nel 1421 l'impresa fu rinnovata da Angelo della Pergola.
nel 1501 Castel San Pietro Terme fu saccheggiata da Cesare Borgia; nel 1505 fu attraversata dalle truppe di Papa Giulio II; qualche anno dopo fu devastata dall'esercito di Carlo Borbone, diretto a Roma.
I passaggi di soldatesche continuarono anche per tutto il XVII secolo, rendendo sempre più critiche le condizioni economiche dell'ormai sfinita cittadina.
Si arrivò così al periodo della rivoluzione francese; il 22 giugno 1796, venne alzato nella piazza di Castel San Pietro Terme l'albero della Libertà. Francesi e tedeschi, in una girandola di vittorie e sconfitte, continuarono a infierire.
Nel Risorgimento, Castel San Pietro Terme diede un appassionato aiuto alla causa dell'indipendenza italiana.
Nel corso degli ultimi eventi bellici, Castel San Pietro Terme, coinvolta nella lunga permanenza della Linea Gotica, fu semidistrutta dalla furia delle truppe tedesche e contribuì, con un alto prezzo di sangue, alla lotta della Resistenza.


Programma


Venerdì 8 settembre
dalle ore 16
Arrivo e sistemazione dei partecipanti nel parcheggio del Viale delle Terme zona laghetto Scardovi
Coordinate GPS: N 44°23’2.05” E 11°35’17.41”
Non c’è allacciamento elettrico e neppure C/S
Si potrà utilizzare il camper service del parcheggio di Viale Oriani (parcheggio ospedale) con i seguenti orari: entro le ore 17.30 pomeridiane e dalle ore 23.30 alle 09.00 della mattina seguente. Questi orari devono essere rigorosamente rispettati in quanto nelle vicinanze sarà allestita la Locanda della Città Slow, ristoro con prodotti tipici d’eccellenza del territorio.

Sabato 9 settembre
Ore 9 ritrovo presso fontana “rotonda carrera” per visita guidata alla città, alla scoperta dei suoi luoghi nascosti.
Termine visita alle ore 12 circa.
Pomeriggio libero

Domenica 10 settembre
Dalle ore 10 alle 12 sfilata in centro degli equipaggi della Carrera.
Ore 12 - 60/a coppa terme, trofeo Giuseppe Raggi, gara carrera, in discesa, nel viale delle terme fino allo stabilimento termale.
Ore 15 – aspettando “la Carrera”  in piazza Municipio
Ore 17 – centro storico, gara ed esibizione dei team della carrera dei piccoli.
Ore 17,30 – centro storico, gara femminile 8/a carrera rosa
Ore 18 -  64°/a Carrera autopodistica Trofeo Maurizio Ragazzi con partenza dal centro storico – piazza Municipio

Per chi può rientrare alle proprie abitazioni il lunedì; nella serata di domenica ci saranno spettacoli vari e la festa si  concluderà alle ore 23,30 circa nel parco lungo fiume con i fuochi d’artificio
Ristoranti e trattorie saranno a disposizione per proporre i loro menu tradizionali per tutta la durata della  manifestazione. Le specialità della nostra zona (tagliatelle, tortellini e tortelloni di ricotta, le lasagne;
i secondi piatti a base di carne con l’immancabile “castrato di pecora” o altre specialità; non mancano i formaggi,  il tipico “squacquerone” fresco dalla consistenza cremosa, il “castel san pietro” più consistente e pastoso, tra i  dolci il tipico “savoiardo” con ricetta centenaria, i certosini e la “pinza” dalla forma ovale di pagnotta, ripiena  di mostarda o marmellata casalinga.
Il tutto accompagnato da ottimi vini di produzione locale.

Costo iscrizione al raduno euro 10,00 per i soci della Granda ed euro 20 per i non soci, da versare al momento dell’arrivo.

Raduno a  numero chiuso per totale di 30 camper, perciò si prega inviare comunicazione ai sotto indicati indirizzi:


Giovanni 3393971180  email: giovanni@casabelletti.it  Loreno 3482515193
Per la sede del Club  telefonare al pomeriggio dalle 15 alle 18 al 0143-837604 E-mail sede@camperclublagranda.it

Mappa del luogo del raduno: