Dettaglio

La Pasqua nel mondo

08.04.2017

"La Pasqua nel mondo "
di Cinzia Porata


La Pasqua viene festeggiata in tutto il mondo ed io vorrei fare un viaggio immaginario con tutti voi per scoprire le varie usanze e tradizioni di questa festa che ci preannuncia l’arrivo della primavera.
Innanzitutto c’è da precisare che la Pasqua più antica è sicuramente quella ebraica; originariamente festa pastorale, poi divenuta agricola a celebrazione del periodo dell'anno più fecondo, con la quale i pastori festeggiavano il risveglio della che seguiva la stagione invernale; assume una valenza storico-religiosa nel ricordo della liberazione del popolo ebraico dalla schiavitù d'Egitto dei Faraoni e l'inizio del cammino che attraverso un viaggio di quarant'anni nel deserto li portò in Israele, ma trova un legame storico con la Pasqua cristiana dal momento che gli eventi della passione, morte e resurrezione di Gesù, si collocano proprio nel quadro della celebrazione della Pasqua ebraica.
Il termine Pasqua deriva dall'ebraico pesah che significa "passare oltre" con chiaro riferimento al racconto biblico narrato nell'esodo all'ingresso nella Terra Promessa e la ricostituzione di un popolo. Solo dopo la morte di cristo la festività divenne infatti anche festività cristiana
Alla tradizione di mangiare l'agnello, si sono aggiunte le Uova di Pasqua, che una volta venivano benedette prima di essere donate. L'Uovo è stato scelto perché simbolo di nascita e speranza, come ci insegna anche la mitologia greca e indiana. Più tardi, nacque l'usanza di nascondere nell'uovo una sorpresa.
I dolci tipici della Pasqua sono molti, a partire dalla classica Colomba, che simboleggia la pace, ma troviamo anche numerose specialità regionali, come la Pastiera napoletana, i Pardulas sardi, i Piadot d'Pasqua della Romagna o la Schiacciata di Livorno.
Anche nel resto del mondo la Pasqua viene celebrata con antiche usanze e pietanze delle quali voglio riportarne alcune nel nostro viaggio immaginario:

Olanda
In tutta la nazione la Pasqua viene celebrata come una festa primaverile. La maggior parte della gente appende una corona decorata alla porta di casa. Si pitturano le uova che poi vengono appese ad un albero nel giardino. In casa si mettono dei fiori gialli.
Il coniglietto pasquale nasconde in giardino le uova sode colorate che poi i bambini cercheranno per tutta la mattinata.
Per quel che riguarda la cucina una delle specialità è il "Paasbrod", un buonissimo pane dolce pieno di uvetta.

Francia
Le campane della chiesa sono silenziose dal venerdì fino a Pasqua, un segno di dolore per il Cristo crocifisso.
Ai bambini francesi si dice che le campane sono volate via a Roma. La mattina di Pasqua i bambini corrono veloci all'esterno per guardare le campane che volano nuovamente verso casa. Intanto che i piccoli sono occupati a guardare il cielo per scoprire se riescono a vedere le campane, i genitori nascondono le uova di cioccolato, affinché i bambini le trovino più tardi.

Finlandia
Nel mondo cristiano la Pasqua commemora la resurrezione di Cristo, ma celebra anche l'arrivo della primavera. Anche la tradizione pasquale finnica combina queste due caratteristiche. A Pasqua il popolo finlandese saluta la primavera anche se a Marzo o ad Aprile in questa terra regna ancora l'inverno.
Molto prima di Pasqua i bambini seminano alcune sementi all’interno di piccoli vasi. L'erba verde è di sicuro un segno dell'arrivo della primavera, anche se i vasi vengono tenuti dentro casa. Il significato della Pasqua cristiana non è molto sentito in Finlandia in quanto la maggioranza della popolazione appartiene alla chiesa Evangelica Luterana e quindi la Pasqua è semplicemente un giorno di vacanza.
La tradizione vuole che le notti tra il venerdì e la domenica di Pasqua, le streghe escano dai loro nascondigli e volino nel cielo.

Germania
Tralasciando gli aspetti religiosi che sono simili a quelli italiani, in Germania ci sono alcune tradizioni che non si ritrovano in Italia. Per i bambini il simbolo della Pasqua è rappresentato da un "coniglietto".
Nel periodo pasquale si mettono nelle case alcune decorazioni. Le finestre vengono abbellite con disegni di coniglietti, uova e altri motivi. Nei vasi si mettono alcuni rami che vengono poi addobbati.
Chi ha poi tempo decora anche i gusci delle uova e per i bambini pitturare le uova rappresenta sempre un gran divertimento.
Prima di Pasqua in molte città ci sono dei mercati dove si possono trovare le decorazioni, i dolci e tutto quello che serve per abbellire le case.
La domenica di Pasqua è il giorno in cui i bambini vanno alla ricerca delle uova (I genitori nascondono nel giardino o in casa delle uova di cioccolato e a volte anche dei giocattoli).
Il pranzo pasquale è quasi sempre a base di agnello e anche i dolce tradizionale ha la forma di un agnello.
La sera, soprattutto in campagna, si fanno dei fuochi, dove i contadini bruciano tutti rami secchi che trovano e che simboleggiano la fine dell'inverno e l’arrivo della primavera.

Belgio
Come in Germania la domenica di Pasqua è il giorno in cui i bambini vanno alla ricerca delle uova (I genitori nascondono nel giardino o in casa delle uova di cioccolato e a volte anche dei giocattoli).

Irlanda
La danza del sole a Pasqua
In Irlanda si racconta che la domenica di Pasqua, il sole che sorge, festeggia la resurrezione di Cristo compiendo una danza.
Chi vuole ammirare questo straordinario spettacolo deve però andare in cima ad una collina o comunque su un luogo abbastanza alto.

Danimarca
A Pasqua tutto deve essere colorato di giallo, dalle candele alla tovaglia, la tavola imbandita è rallegrata anche da pulcini eseguiti manualmente con lana gialla oppure di peluche;

Grecia
La Pasqua è sentita più del Natale. In tutto il Paese e in tutte le isolette la sera prima della mezzanotte si tengono processioni verso santuari e chiese, recitando salmi. La Quaresima finisce con il suono delle campane e la celebrazione dei riti di Resurrezione, nella notte di Pasqua. Nelle chiese, al buio, vengono accese candele che devono essere riportate a casa accese. I riti della Pasqua continuano a tavola, con il pane pasquale, dolcetti, uova colorate di rosso e la tipica "Maghiritsa", una zuppa fatta con le interiore dell'agnello. Ovunque si organizzano balli, processioni e manifestazioni folkloristiche. Alcune molto belle e particolari sono quelle di Corfù, Mégara (presso Atene), Aràchova e Livadia (presso Delfi). Le tradizioni più antiche sono conservate nell'Epiro e a Creta.
Una tradizione ateniese vuole che si preparino delle uova sode rosse, una per ciascun commensale. Prima del pranzo, inizia la “battaglia delle uova” ovvero ogni ospite gioca tenendo l'uovo stretto nella mano e colpendo la punta dell'uovo, quello del vicino: vince l'ospite che dopo aver combattuto con tutti avrà ancora l'uovo intero.

Russia
Sagorsk diviene la capitale della Pasqua: è la cittadina dove risiede il pope di Mosca e di tutta la Russia (massima autorità della religione ortodossa). La celebrazione del rito Pasquale comincia alla mezzanotte del sabato con una processione attorno alla cattedrale. La mattina del giorno di Pasqua le famiglie Russe si recano sulla tomba di un parente, dove viene consumato un picnic. La sera di Pasqua si tiene una cena con diversi tipi di carne, pesce e funghi, dove non manca il "Pasxa", un piatto sostanzioso a base di tvorag (ricotta): altre ricette tipiche della Pasqua ortodossa sono il Kulich (il panettone pasquale)e il Kisel di frutta varia
Inoltre le uova sode vengono colorate di rosso, simbolo di nuova vita ottenuta mediante il sacrificio di Cristo

Inghilterra
Si festeggia la Pasqua con delle ciambelle, gli "hot cross buns" e gli "Easter cakes".