Dettaglio

Pasqua tra golosità e tradizioni

08.04.2017

Pasqua tra golosità e tradizioni
di Cinzia Porata


Quando si dice Pasqua, si pensa subito alle uova, sia vere che di cioccolato, come simbolo di rinascita e di fecondità (infatti il periodo coincide con l'inizio della primavera, stagione in cui la natura si risveglia e rinasce) ed alla colomba, ma a differenza di Natale i simboli e le tradizioni pasquali sono molto diversi e maggiori.
La festa della Pasqua nasce, dal punto di vista gastronomico, come una festa semplice e frugale, i cui elementi fondamentali sono da sempre l’agnello e le uova.
Già Mosè aveva indicato l’agnello come il cibo preferito per ricordare la fuga degli Ebrei dall'Egitto verso la terra promessa e la liberazione del suo popolo e questa tradizione continua anche in epoca cristiana.
Ancora oggi, l’agnello si trova su molte tavole italiane, insieme a uova sode, verdure e primizie di stagione.
Vari sono i modi di festeggiare anche se variano da regione a regione se non addirittura da provincia a provincia e, compaiono sulle tavole sontuosi banchetti ...
Le golosità hanno preso il sopravvento sulle motivazioni più profondamente religiose, e allora diamo uno sguardo alle tradizioni gastronomiche della nostra penisola, fornendo alle cuoche provette un percorso di ricette regionali italiane per la festa della Pasqua!,
Di seguito riporto alcuni piatti tipici regionali in modo che chi lo volesse potrà approfondire, tramite internet o con l’ausilio di qualche libro di ricette, la sua curiosità su una ricetta di una particolare regione.

Capra alla Neretese (secondo piatto) in Abruzzo, Pitte con niepita (dolce) in Calabria
La pastiera napoletana e Casatiello dolce (dolci) in Campania, Lasagne verdi alla bolognese (primo piatto) in Emilia Romagna, Pinza pasquale alla triestina (dolce) in Friuli, Arrosto d’agnello con coratella (secondo piatto) in Lazio, La torta pasqualina (piatto unico) in Liguria, Torta salata di Pasqua (piatto unico) in Lombardia, Brodetto in bianco di Portorecanati (secondo piatto) nelle Marche, Insalata buona Pasqua (secondo piatto) in Molise, Brasato al barolo (secondo piatto) e Salame del Papa (dolce) in Piemonte, Le scarselle (secondo piatto) in Puglia, Pillus (piatto unico) in Sardegna, 'U sciuscieddu (primo piatto), Zuccotto pasquale e l’agnello di zucchero (dolci) in Sicilia, Uova con le uova (contorno) e schiacciata di Pasqua (dolce) in Toscana, Polpettine pasquali (secondo piatto) in Trentino, Agnello tartufato (secondo piatto) in Umbria, Crescia di Pasqua (piatto unico) in Valle d’Aosta, Insalata Pasqualina (contorno) in Veneto.

Ma sulla tavola pasquale, per terminare il succulento pranzo, non possono mancare né l’uovo di cioccolata né la Colomba.
L’uovo di cioccolata è il sogno e la sorpresa di tutti i bambini; ce ne sono per tutti i gusti e tutte le tasche: cioccolato al latte, fondente, con le nocciole, grandi, piccoli, decorati, di grande distribuzione e di pasticceria … e tutti nascondono una piccola sorpresa. La Colomba (simbolo di pace), invece, è il dolce tradizionale legato a questa festività: la pasta è simile a quella del panettone natalizio ed è ricoperta di glassa, mandorle e granelli di zucchero. Per i più golosi ci sono anche molte varietà di colombe speciali farcite di crema (che può variare dalla classica alla creme con varie aromatizzazioni), coperte di cioccolata.
Insomma, ce n’è proprio per tutti i gusti, ci rimane solo l’imbarazzo della scelta.
Buone golosità e buona Pasqua a tutti.